Cosa è cambiato con il responsive



Rivolgersi a un’agenzia Seo per rendere il proprio sito responsive rappresenta il primo passo per ottenere prestazioni migliori, incrementare il numero di visitatori e ridurre il più possibile la frequenza di rimbalzo. Ma è davvero così facile aumentare le performance di un sito? Con l’RWD decisamente sì: perché tale tecnica fa sì che portali, blog e siti vari possano essere visualizzati in maniera ottimale su qualsiasi supporto e tramite qualsiasi dispositivo elettronico, dai computer portatili agli smartphone, dai computer desktop ai tablet, senza difficoltà.

Cosa è cambiato con il responsive

Fino a qualche tempo fa, visualizzare un sito attraverso un telefono cellulare era una vera e propria impresa: il design responsive prima del 2012 non esisteva, e ciò voleva dire essere costretti a zoomare, a muoversi con le frecce, a spostarsi tra i contenuti con mille le difficoltà. Insomma, la cosiddetta user experience era a dir poco terribile. In seguito, il diffondersi di dispositivi mobili (oggi più del 50% degli internauti naviga sul web con questo tipo di device) ha reso evidente la necessità di un cambiamento: è a quel punto che l’RWD ha rivoluzionato la fruizione dei siti.

Prima e dopo

In precedenza, infatti, un sito si basava sulla creazione di fogli di stile multipli: un procedimento tutt’altro che agevole, che tra l’altro aveva lo svantaggio di richiedere tantissimo tempo per eseguire la manutenzione. Anche le operazioni più semplici, come per esempio il cambiare una scritta o modificarne il colore, avevano bisogno del triplo del tempo. Il Responsive Web Design ha cancellato la necessità dei fogli di stile multipli: ne è sufficiente solo uno, mentre si può intervenire – tramite le media queries – in layout differenti in tempi rapidissimi.

Cambia qualcosa per la Seo?

Ma a livello di Seo tutte queste modifiche determinano un cambiamento? Assolutamente sì, e che cambiamento! Il fatto che tra una versione e l’altra del sito la struttura della Url rimanga immutata fa sì che i diversi crawler che popolano la Rete riescano a indicizzare il sito stesso in maniera molto più agevole e rapida. Così facendo, tra l’altro, si evita la presenza di contenuti non aggiornati o di contenuti non raddoppiati. Ma non è certo questo l’unico beneficio che si può trarre dalla realizzazione di siti web responsive. Nel momento in cui la fruizione mobile sta prendendo il sopravvento, attuando una vera e propria rivoluzione nell’uso di Internet, è chiaro che i tassi di conversione e le vendite effettuate sul web sono destinati ad aumentare. Una navigazione più semplice non può che offrire un contributo vincente alle vendite: e questo vale non solo per gli e-commerce, ma in generale per tutti i siti delle aziende. L’implementazione della tecnica responsive e dei layout che ne conseguono, dunque, è il prologo a un incremento delle prestazioni e dei risultati economici di qualsiasi attività commerciale.