Outlook.com a caccia di informazioni personali: perchè?



Grande disappunto fra gli utenti di Outlook.com, specie fra quelli di vecchia data. Come sapete tutti i vecchi account Hotmail, Live ed Msn sono passati su Skype per ciò che riguarda la chat mentre sono stati inseriti nella piattaforma Outlook per la gestione della posta elettronica e dei servizi social offerti da Microsoft.

Ogni volta che si digita l’indirizzo www.hotmail.it, ad esempio, si viene reindirizzati direttamente sulla pagina di Outlook.com dove poter consultare la propria posta. Ebbene, da alcune settimane la Microsoft ha richiesto l’inserimento di un numero di cellulare o di un ulteriore indirizzo email per verificare l’autenticità dell’utente. Ecco la richiesta di Outlook.com che, da oggi, è diventata obbligatoria (non si entra nella propria area personale senza inserire le informazioni richieste):

<<Aiutaci a proteggere il tuo account

Le password possono essere dimenticate o perse. Aggiungi ora le info di sicurezza, che ti consentiranno di ripristinare l’accesso al tuo account in caso di bisogno. Non useremo queste info per inviare posta indesiderata, ma solo per rendere il tuo account più sicuro. Ulteriori informazioni.

Quali info di sicurezza vuoi aggiungere?>>

Questo il testo ufficiale, in cui la Microsoft sottolinea che non utilizzerà i dati personali per spam e quant’altro. Lungi dall’essere diffidenti, non possiamo che ricordare che il monitoraggio delle attività degli utenti non si traduce soltanto in messaggi di spam ma anche in banner pubblicitari ad hoc inseriti nelle pagine web più visitate.

Insomma, la continua richiesta di ulteriori informazioni personali sta iniziando ad insospettire anche gli utenti meno attenti anche se, ormai, il mondo dei social network ha fatto della privacy qualcosa di molto labile…

 

Outlookmail