MySpace: Rupert Murdoch svende, Justin Timberlake acquista

E’ da qualche tempo che si vocifera di una possibile vendita del social network MySpace, acquistato nel 2005 da News Corp., la società di Rupert Murdoch, per 580 milioni di dollari; l’acquirente designato pare fosse una misconosciuta società di advertising, Specific Media. Il prezzo di vendita è tremendamente più basso di quello d’acquisto: 35 milioni di dollari. Praticamente una svendita.

Oggi l’annuncio ufficiale: il comunicato arriva da entrambe le società coinvolte, in cui si rendono note le clausole dell’accordo e le intenzioni di Specific Media. News Corp. manterrà una parte di società pari a quasi 5% del totale, l’attuale CEO Mike Jones e gli altri membri della dirigenza potranno rimanere nel loro ruolo. Pare inoltre che sarà fatto un ulteriore taglio al personale, quantificabile in 400 dipendenti espulsi.

Insomma, la vera disdetta è di News Corp., le cui intenzioni per questo accordo erano di vendere perlomeno a 100 milioni di dollari la società che sei anni fa acquistò per un prezzo sei volte maggiore. Il motivo risiede in particolar modo nell’ascesa di Facebook, suo rivale da sempre, e in una serie di scelte poco azzeccate nel condurre il marketing aziendale.

Pare che nell’acquisizione il famoso cantante pop Justin Timberlake abbia avuto un grande ruolo di primo piano: le sue proposte per una nuova strategia in MySpace riguarderebbero la creazione di un sistema nel quale i fan possano avere la possibilità di interagire con gli artisti. A detta dei suoi partner, Timberlake avrà “un ruolo importante nello sviluppo della direzione creativa e della strategia per la società”.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica