Settimana cruciale per il nuovo Governo: che ruolo ha il web?

Entriamo in una settimana cruciale per la politica italiana e per il futuro Governo. Fra pochi giorni inizieranno le sedute parlamentari congiunte per eleggere il nuovo Presidente Della Repubblica e gli equilibri che si verranno a creare fra le forze politiche potranno presto esprimere un nuovo Governo oppure rimandare tutti alle urne.

Beppe Grillo ha già portato a conclusione il suo referendum on line per indicare la rosa di nomi scelti dal Movimento 5 Stelle come papabili per il Quirinale: probabile che ne il PD ne il PDL accetteranno le indicazioni dei grillini, ma ancora una volta dal web arriva un segnale forte volto a segnalare una reale esigenza di partecipazione da parte dei cittadini.

L’idea che anche l’elezione del Presidente Della Repubblica, da sempre avvenuta in maniera indiretta, possa essere espressione di un voto pseudo-popolare anziché figlia di giochi di equilibro fra le diverse forze politiche in campo, affascina i cittadini anche se, in questo caso, potrebbe ulteriormente allontanare la prospettiva di un nuovo Governo in tempi brevi.

Dunque, in questa sede intendiamo rimarcare ancora una volta l’impatto significativo che il web – in questo momento storico – è in grado di dare alla situazione politica italiana. Non che i metodi tradizionali di comunicazione siano spariti, intendiamoci, ma la possibilità – o almeno l’illusione – di poter partecipare alle dinamiche decisionali del Paese sta destando sempre maggiore interesse nei cittadini comuni.

Attenti ai populismi, attenti alla deriva verso l’incompetenza amministrativa, ma è chiaro che al momento del web non si può fare assolutamente a meno.

 

Beppe_Grillo_-_Trento_2012_01

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica