Via ai Mondiali 2014: The Show Must go on?

Brasile vs Croazia ore 17 (le 22 in Italia): i Mondiali 2014 prenderanno il via questa sera con la gara inaugurale giocata dalla nazione ospitante. Attorno agli stadi brasiliani resta il malcontento della popolazione ma il circo mediatico, se vuole, sa bene come raccontare un’altra storia.

Tante le manifestazioni previste in Italia: soltanto a Milano, ad esempio, l’intero Corso Buenos Aires sarà chiuso al traffico fin dalle 19.30 con balli e canti tipici della tradizione brasiliana in attesa che arrivino le ore 22 per il calcio di inizio dei Mondiali con tanto di maxi-schermi; anche il Carroponte, insieme a Radio Popolare, accoglierà i Mondiali con diretta a partire dalle 21.30.

Insomma… tutto ci parla di Brasile in queste ore e da questa mattina riviste on line e social network hanno aperto le danze con approfondimenti ad hoc ed hashtag più o meno popolari.

I Mondiali, come sappiamo, rappresentano un giro d’affari enorme: sponsor, esclusive, dirette, gadget… fanno da cornice ad una macchina che è partita tanti anni fa: lavori infrastrutturali, investimenti massicci, edilizia abitativa; tutto ruota attorno al mondo del calcio e le proteste dei cittadini brasiliani in questi ultimi anni hanno tentato in tutti i modi di portare alla luce una contraddizione davvero significativa fra gli sprechi dedicati al calcio spettacolarizzato e la miseria in cui vive tutta quella parte del Brasile sulla quale i riflettori non fanno luce.

L’immagine che oggi vi presentiamo impazza sul web da diverse settimane: una sintesi perfetta di tutto ciò che sta accadendo in questi mesi a causa dei Mondiali sudamericani. The Show Must Go On ? Pare proprio di si…

 

BRASILE

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica